Pensione Rinaudo, pm San Carlo e No Tav

Lascia il servizio in procura, a Torino, per raggiunti limiti di età Antonio Rinaudo, pubblico ministero in alcune delle più importanti inchieste degli ultimi decenni nel distretto piemontese. Il suo lavoro al sesto piano del Palazzo di Giustizia termina giovedì 8 novembre, giorno del suo 70/o compleanno. Magistrato dal 1977, nei primi anni Ottanta Rinaudo ha indagato sulle Brigate Rosse, raccogliendo le confessioni del pentito Patrizio Peci. Di recente, ha coordinato le indagini su piazza San Carlo. Numerosi anche i procedimenti promossi sulla galassia No Tav. Una delle sue ultime apparizioni in aula è stata per l'apertura del processo, nei giorni scorsi, a un giovane accusato di far propaganda jihadista sul web. Da anni gli era stata assegnata una scorta. Lo scorso anno fu intercettato al Palagiustizia un plico esplosivo indirizzato a lui con all'interno un ordigno artigianale. "Salutiamo - dice il procuratore Armando Spataro - un magistrato che ha dato tanto alla giustizia italiana".

Altre notizie

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

Rivara

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...